I.MU. Informazioni utili

I.MU. Informazioni utili

Ufficio: Ufficio Tributi
Referente: Elisabetta Terenzi, Chiara Marranci
Responsabile: Gabriele Berni
Indirizzo: Sede PEALGO: Viale Rimembranza, 40. Sede in SAN FRANCESCO: via Bettini
Tel: 0558327322 323 327
Fax: 0558326839
E-mail: tributi@comune.pelago.fi.it
Orario di apertura: Sede PELAGO: dal martedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00. Il martedì e giovedì pomeriggio dalle 14.00 alle 18.00. Sede SAN FRANCESCO: il mercoledì dalle 8.30 alle 13.00

Descrizione

Si forniscono le prime informazioni utili sulla nuova imposta, introdotta dal Dlgs n.23/2011, anticipata in via sperimentale dal 2012 fino al 2014 e a regime dal 2015 in base a quanto stabilito dal Decreto Legge 201/2011, convertito con modificazioni in

Requisiti del richiedente

Tutti sono tenuti al pagamento: vengono meno le esenzioni sia per le abitazioni principali sia per le abitazioni assimilate alle abitazioni principali (uso gratuito a parenti o affini, italiani residenti all’estero, ecc).

Informazioni

L’I.MU. sostituisce l’ICI, ma non è l’I.C.I.

L’I.MU. sperimentale va a sostituire oltre all'I.C.I. anche la componente relativa al reddito fondiario e la relativa addizionale per gli immobili non locati posseduti da persone fisiche per la dichiarazione dei redditi anno 2012.

Cambia la base imponibile dell’imposta, ma non il sistema di calcolo: la base imponibile della nuova imposta è il valore della rendita iscritta in catasto rivalutata del 5% (RV=rendita X 1,05). Quindi la rendita rivalutata dovrà essere moltiplicata per il nuovo moltiplicatore (V=RV X moltiplicatore stabilito dall'art.13 D.L. 201/2011). Al valore dell’immobile ai fini dell’ I.MU., così calcolato, saranno poi applicate le aliquote  per le abitazioni principali e per le altre tipologie di immobili (I.MU.= V X aliquota).

L’I.MU. si pagherà in misura agevolata per l’abitazione principale (quella dove si ha la residenza anagrafica e si dimora abitualmente con il proprio nucleo familiare).

L’agevolazione prevista per l’abitazione principale si estende anche alle pertinenze, esclusivamente a quelle classificate nelle categorie C2 (cantina), C6 (garage) e C7 (posto auto coperto), nella misura di una unità per categoria catastale, anche se iscritta unitamente all'unità ad uso abitativo.

E’ prevista, dall’imposta dovuta per l’abitazione principale, una detrazione di 200 Euro, ad immobile.

Per gli anni 2012 e 2013 è prevista un'ulteriore detrazione di 50 Euro per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni residente anagraficamente nell’abitazione. La detrazione per i figli residenti non può superare l’importo di 400 Euro.

Avvertenze

Le indicazioni fornite potrebbero essere soggette a variazione a fronte di eventuali modifiche apportate alla Legge nazionale.

PER OGNI MODIFICA E/O ULTERIORE NOVITA' SARA' NOSTRA PREMURA TENERE AGGIORNATO IL SITO INTERNET.

Normativa di riferimento

DECRETO LEGGE 201 DEL 06/12/2011 convertito con modifiche in LEGGE 214 DEL 22/12/2011 e s.m.i.
DECRETO LEGISLATIVO 23 DEL 14/03/2011
DECRETO LEGISLATIVO 504 DEL 30/12/1992

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *